previous arrow
next arrow
Slider

Via del Pigneto altezza civico 108

 

RICORDO SEMI-SOLIDO

L’albero troncato rappresenta un’interruzione della realtà esistente.
Il pensiero alla base dell’intervento proposto è il gioco di continuare con la fantasia una realtà preesistente.
Immaginando un futuro non lontano in cui gli umani avranno la possibilità di ricreare il ricordo attraverso la tecnologia, anche le fronde di un albero morto potranno rivivere temporaneamente, come un’eco lontana che riempie realtà mozzate.
La Proiezione su fumo artificiale è visibile dal punto d’osservazione segnato a terra con una X, solo in quel punto la prospettiva della chioma corrisponde con il ricordo della stessa.

 

Fabrizio Cicero

Artista Siciliano, classe 1982. Utilizza diverse tecniche tra cui la pittura, il disegno, la fotografia e il video.
Laureato in Tecnologie del Cinema presso l’Università di Messina, specializzato in fotografica presso lo IED di Roma, dal 2007 al 2011 è assistente del Maestro Alberto Di Fabio.
Nel 2012 si avvicina anche al mondo del teatro in qualità di light designer, esperienza che gli fa approfondire l’interesse artistico verso la tridimensionalità e le sue interazioni con la luce.
Fra le mostre più importanti, nel 2016 “Lafuria” presso l’Istituto di Cultura Cracovia a cura di Josuè Prezioso, “Asyndeton” presso il Castello di Rivara a cura di Franz Paludetto e nel 2017 “Contestare l’ovvio” presso il Museo laboratorio della Sapienza Roma a cura di Helia Hamedani.