Parco Giordano Sangalli

H2O (Arch du’ l’eau)

H2O è un progetto collaborativo di Burningmax con la community romana del Burning Man (Roman Burners) e il supporto di artisti della scena creativa romana (Friends). Opera site-specific per RGB 2019, parteciperà anche a festival europei del circuito Burning Man nel 2020. 

H2O parte dalla relazione con il territorio per articolare una presa di parola politica attraverso linguaggio artistico e tecnologie interattive (#artivismo). L’installazione riprende l’elemento architettonico tipico degli acquedotti romani mentre solleva questioni socio-ambientali come emergenza idrica, consumo e l’inquinamento da plastica, e ruolo delle corporation nella crisi idrica planetaria. H2O interagisce con il pubblico grazie a LED all’interno della struttura e un sound environment controllati da Arduino, sensori e software di mapping. www.h2oproject.it 

Massimo Burgio dalla fine degli anni ’80 si esprime creativamente con vari formati, dalla fotografia alla musica elettronica, all’arte contemporanea. Dal 2003 sviluppa vari progetti per la comunità del Burning Man, da cui il suo nickname Burningmax. La sua recente produzione artistica è una forma di #artivismo, attivismo sociale attraverso l’arte: Orwell Monegros Project, nelle trincee della guerra civile spagnola; Apelle per la XIV edizione di Land Art Campi Flegrei, The Zone nei boschi toscani per la community italiana del Burning Man, 50 Shades of Green, installazione esperienziale dedicata alla cultura cannabica. www.burningmax.com