previous arrow
next arrow
Slider

Arena Aurora, Via di Tor Pignattara 78

 

AFTER SOLITARY  

After Solitary è un’esperienza giornalistica innovativa: uno storytelling che utilizza la fotogrammetria in realtà virtuale VR unita ad un monologo teatrale, capace di coinvolgere lo spettatore in un’esperienza visiva a 360°.
Lo spettatore vive l’esperienza di trovarsi in una cella di dimensioni 4×2 m, la stessa che ha occupato Kenny Moore, detenuto condannato a trascorrere gran parte della sua pena in definitivo isolamento nella prigione del Maine, negli Stati Uniti.
“After Solitary” proposto per #RGB18 racconta la storia di Kenny, rilasciato di recente dopo anni in isolamento, delineando un profilo caratteriale dirompente e instabile aggravato da tale pena.
L’esperienza audiovisiva che si va a vivere ci catapulta dentro il braccio di isolamento insieme a Kenny, facendo un passo indietro nel tempo, e vivendo con lui il suo calvario.
Il team Emblematic è riuscito a creare un prodotto unico unendo uno storytelling giornalistico a un monologo teatrale capace non solo di raccontare una storia, ma di farla vivere a 360° allo spettatore.

Il video sarà presentato in versione originale, in lingua inglese.

 

Emblematic

Emblematic, un team di artisti composto da filmmakers, giornalisti e designers, fondato nel 2007 da Nonny de la Peña, nota come “madrina della realtà virtuale”.
Il team grazie ai suoi lavori riesce a creare, allestire ambienti che hanno un forte impatto sullo spettatore, la realtà virtuale creata su scala locale fa sì che si inserisca l’utente sulla scena della storia e riesca a muoversi all’interno di essa.