“Emersive” è un’ipnotizzante esperienza ispirata a un futuristico universo a 8 bit.

Composta da una singola sequenza ripresa con la camera, questa video proiezione permette di esplorare diversi spazi dei microcosmi attraverso griglie, forme “low poly” e frattali, dove dominano colori brillanti come il verde smeraldo e il viola. Trascina lo spettatore in una lunga sequenza ipnotica che richiede al movimento della telecamera di adattarsi: rotazione, inseguimento, caduta, salita, avanzamento, ritirata.

La colonna sonora, mescolando musica e archivi audio, ricorda il contributo delle scoperte scientifiche e delle evoluzioni tecnologiche nella nostra società.

 

Jeremy Oury usa mezzi audiovisivi per produrre particolari opere d’arte digitale per installazioni, mapping sulle architetture e per teatro. Lavora sulle forme immersive capaci di piazzare lo spettatore al centro dell’universo virtuale e minimalistico e mettere in disordine la sua percezione dello spazio. Dal 2014 espone i suoi lavori nei vari paesi del mondo, dove ha vinto alcuni premi.