LO SOFFIA IL CIELO THE PINBALL MIODESPIE ETHER’Ò MEMORIA GEOLOGICA NEAR DEATH LIBRIO BUILDING’S SOUL ICONOGRAFO CALL YOUR SPECIAL FRANCI (NOT MINE PLEASE) DREAMBOX CODE 13 DISTORSIONE SYSTEM {"grid":3} {"dots":"false","arrows":"false","effect":"slide"} LO SOFFIA IL CIELO Per la seconda edizione di RGB hanno presentato “Lo soffia il cielo”: un’ installazione inspirata a “Cosa sono le nuvole”, episodio diretto da Pasolini nel film “Capriccio all’italiana”, nonché titolo della canzone da lui scritta insieme a Modugno. Un’opera leggera e inafferrabile come un sogno cangiante, che attraverserà diverse fasi del giorno e differenti stati d’animo. Learn More {"dots":"false","arrows":"false","effect":"slide"} THE PINBALL Video installazione ludica creata con FLxER, mediante la quale il pubblico potrà liberamente giocare, divertirsi e lasciarsi stupire Learn More {"dots":"false","arrows":"false","effect":"slide"} MIODESPIE L’installazione luminosa prende il nome da ciò che solitamente chiamiamo “mosche volanti”, quelle macchioline o filamenti che ci possono apparire chiudendo gli occhi o fissando il cielo in una giornata particolarmente luminosa. Un’ installazione che ricorda un sogno ad occhi aperti, e che darà una forma concreta alle sagome che appaiono nel dormiveglia. Queste forme fluttuanti rimarranno bianche durante il giorno per poi cominciare a colorarsi al calar della notte, effetto magico che durerà fino alle prime luci dell’alba Learn More {"dots":"false","arrows":"false","effect":"slide"} ETHER’Ò Ether’ò è un opera surreale e poetica, basata sulla proiezione di immagini su uno spettro d’acqua luminoso. Uno specchio magico dal quale emergono, come in un sogno, volti ed oggetti, ombre e fantasmi, ricordi distorti e premonizioni. Il pubblico diviene quindi protagonista di una drammaturgia collettiva, composta dalla percezione visiva di ogni singolo spettatore Learn More {"dots":"false","arrows":"false","effect":"slide"} MEMORIA GEOLOGICA L’opera che prende ispirazione dal celebre “Mito della caverna” di Platone: un’indagine sulla natura stessa della realtà. L’uomo nella caverna è capace di uscire a vedere il mondo o preferisce guardare la sua ombra? Un’installazione site specific che esplora il rapporto uomo-ambiente e il confronto simbolico tra plastiche amorfe e bagliori cristallini. Lo spettatore è pertanto invitato a riflettersi...ed entrare Learn More {"dots":"false","arrows":"false","effect":"slide"} NEAR DEATH Un tunnel di luci cangianti che tende a ricreare gli ambienti pre-mortem, calando lo spettatore in un vuoto spaziale che amplifica le percezioni dei cinque sensi. Una nuova realtà, caratterizzata da luci, colori e suoni meravigliosi, non riscontrabili sulla Terra. Il corpo sparisce, ma la nostra energia no. Cosa c’è prima della nascita? Cosa c’è dopo la vita? Learn More {"dots":"false","arrows":"false","effect":"slide"} LIBRIO Scultura luminosa tanto maestosa quanto effimera, alta circa 6 metri. Librio ondeggerà in moto continuo, quasi un suggerimento a muoverci nella vita con la leggerezza degli equilibristi, cercando l’unico possibile conforto nella certezza di un incessante e permanente spostamento. Learn More {"dots":"false","arrows":"false","effect":"slide"} BUILDING’S SOUL Opera di video mapping che permetterà di sbirciare la vita e le storie segrete degli abitanti di un palazzo. Reali o immaginarie? C’è solo da scoprirlo Learn More {"dots":"false","arrows":"false","effect":"slide"} ICONOGRAFO Opera sospesa e ipnotica, ma soprattutto interattiva. Sarà infatti il pubblico a “modificare la realtà”, gestendone le melodie, il ritmo, i colori, ed ovviamente...la luce Learn More {"dots":"false","arrows":"false","effect":"slide"} CALL YOUR SPECIAL FRANCI (NOT MINE PLEASE) Amedani torna all’RGB con “Call your special Franci (not mine, please)”, un’opera onirica legata a una chiamata notturna in una cabina telefonica. “Quando Morfeo chiama, l’Ego dorme. Quando Morfeo chiama, chiama il/la/? tuo/tua/? Franci/ Franci/? speciale. “Ciao come stai?” “Sono le 5 del mattino, stavo dormendo... e non andare in giro in mutande per Roma che non stai sognando” Tratto da un sogno lucido reale, nessun passante è rimasto leso alla vista del soggetto in mutande" Learn More {"dots":"false","arrows":"false","effect":"slide"} DREAMBOX “Vedrai luci riflesse, strani bagliori dorati uscire da ogni scatola. Il box è la tua mente, dovrai quindi essere tu a indagare nel sogno. Non rimane che avvicinarti per scoprire cosa c’è dentro” Learn More {"dots":"false","arrows":"false","effect":"slide"} CODE 13 Opera che gioca sull’assenza, e per questo si sviluppa tra gli spazi vuoti di una palazzina. Un’installazione sospesa nel buio in cui la luce si replica nello spazio senza più barriere Learn More {"dots":"false","arrows":"false","effect":"slide"} DISTORSIONE L’opera è installata in uno spazio privato, capace di modificare la percezione dei luoghi osservati abitualmente. In questo modo gli spettatori potranno scrutare la realtà quotidiana da una nuova prospettiva, immergendosi in una dimensione del tutto inedita. Learn More {"dots":"false","arrows":"false","effect":"slide"} SYSTEM Installazione audiovisiva che verrà proiettata sull’Acquedotto Alessandrino, prezioso bene storico radicato nella vita cittadina da quasi due millenni. System sarà in realtà un’opera intima e collettiva, una rielaborazione da parte dell’artista di lettere, pensieri, immagini e suoni che le sono stati inviati dal pubblico durante la fase progettuale Learn More