INCONTRI E WORKSHOP

AVnodeRoma

INCONTRO

24 ottobre 2017 h 10.00 > 13.00

Casa della cultura di Villa de Sanctis – Via Casilina, 665

“Riflessioni digitali su progetti culturali in divenire”

Incontro a cura di AVnodeRoma

DESCRIZIONE

Riflessioni digitali su progetti culturali in divenire, è un meeting rivolto all’ecosistema dell’arte, delle culture digitali e dell’ Audio Visuals Performing Arts a Roma, volto a trasformare le crisi (da quelle finanziarie a quelle di immaginario) in opportunità per lo sviluppo di progettualità, metodologie e modelli organizzativi contemporanei, come espressione della cultura, del contesto e del territorio romano, capaci di proporsi e dialogare con contesti europei e internazionali.

 

AVnode è una rete internazionale di artisti e professionisti che organizzano attività nel campo delle Audio Visuals Performing Arts, nata nel 2011 e si sviluppa in una fondazione nel 2016, formata da organizzazioni attive nelle Audio Visuals Performing Arts provenienti da tutto il mondo. L’obiettivo principale di AVnode è quello di unire le forze di professionali locali attivi a livello internazionale per la ricerca e lo sviluppo delle Audio Visuals Performing Arts.

carlo infante

INCONTRO

25 ottobre 2017 h 22.30

Meeting Point – via del Pigneto, 103

“Light Experience: brainstorming nomade e notturno sull’impatto urbano del performing media”

Walkabout a cura di Carlo Infante/Urban Experience

DESCRIZIONE

L’esplorazione partecipata, nomade e notturna, si svolgerà con lo spirito situazionista della “deriva urbana”: vagherà per il quartiere di Torpignattara illuminato dalle architetture di luce e gli interventi di performing media del progetto RGB Roma Glocal Brightness – Light Experience, ancora in allestimento, incontrando alcuni dei protagonisti.

Sarà un’occasione per riflettere, conversando-camminando con i sistemi whisper radio, in un workshop nomade, su come le diverse espressioni delle culture digitali e in particolare quelle relative il performing media stiano creando nuovi format d’iniziativa culturale come il Light Experience, rivelando uno sguardo performativo dello scenario urbano.

Sciamando per uno dei quartieri a più alta densità antropica d’Europa, evocheremo echi pasoliniani e le diverse impronte multiculturali di un territorio che rivela la natura fondante di Roma: città madre, origine anche delle prime forme di sperimentazione digitale. Roma può essere infatti considerata come Digital Caput Mundi per la ricerca pionieristica del CNR sul Virtuale, i primi passi verso le biblioteche multimediali già negli anni Ottanta e la molteplicità di sperimentazioni di live electronic.

Carlo Infante è changemaker, docente freelance di Performing Media, progettista culturale, fondatore di Urban Experience. Ha diretto, festival come Scenari dell’Immateriale, ambito in cui s’è sviluppato il videoteatro e le prime sperimentazioni di performing media. Ha ideato format web, che esplicitano la tensione creativa di una Social Innovation agita nel territorio.

Nel 1996 al Salone del Libro di Torino ha curato il progetto Il Futuro Digitale che ha lanciato il dibattito sulle nuove tecnologie per l’apprendimento e per la Regione Piemonte, ha curato i percorsi formativi per le imprese sull’Open Innovation. È autore, tra l’altro, di diversi testi e articoli sui temi dell’educazione on line e performing media. È tra i fondatori di Stati Generali dell’Innovazione e fa parte del comitato scientifico di Symbola. Ha curato per l‘Enciclopedia Italiana Treccani il saggio Culture Digitali e diversi lemmi correlati.

gisella gellini

INCONTRO

27 ottobre 2017 h 10.00 > 12.00

Casa della cultura di Villa de Sanctis – Via Casilina, 665

“Light Art. La Luce come espressione artistica: dall’arte alla progettazione”

Intervento a cura di Gisella Gellini. Artisti ospiti: Marco Amedani, Andrea Cecchi e Federico Daly

DESCRIZIONE

Fino ad oggi esistono due settori separati, che affrontano il tema della Luce: L’illuminotecnica che approfondisce l’aspetto quantitativo e qualitativo con metodologie tecnico/scientifiche e L’Arte della Luce, ambito che invece indaga sull’impatto estetico emozionale, la luce come fonte di ispirazione per progetti di design, urbanistica e architettura. Entrambi gli argomenti saranno largamente approfonditi nel corso dell’incontro.

Gisella Gellini, architetto, è ricercatrice della cultura della luce, ha curato diverse mostre in Italia all’estero incentrate sulla Light Art, collabora con l’Accademia di Belle Arti di Brera ed è relatrice in diversi seminari e workshop. Dal 2009 cura la pubblicazione annuale del libro Light Art in Italy che raccoglie le principali installazioni temporanee di Light Art in Italia. Dal 2011 è docente del corso Light Art e Design della Luce presso la Scuola del Design del Politecnico di Milano.

pietro sperduti

INCONTRO

28 ottobre 2017 h 10.00 > 12.00

Casa della cultura di Villa de Sanctis – Via Casilina, 665

“Genetica del colore”

Intervento a cura di Pietro Sperduti

DESCRIZIONE

Nell’incontro “Genetica del colore” si affronteranno tematiche legate ai valori intrinseci del colore, tra queste sarà presa in esame la sua percezione nelle diverse culture, come il colore sia portatore di possibili significati, in grado di condizionare a livello inconsapevole l’uomo, guidandolo nelle scelte della nostra vita.

Pietro Sperduti, studia fotografia ed entra nel mondo dello spettacolo per puro caso. Vanta moltissime collaborazioni in teatro e in televisione con registi e produzioni di riconosciuta fama nazionale ed internazionale. Molte le sue collaborazioni con direttori della fotografia e con lighting designer. Lavora in campo teatrale, lirico e operistico, consolidate capacità logistiche per attività di mostre e congressuali, realizzazioni di spazi polifunzionali e tecnologici.

anna maria monteverdi

INCONTRO

29 ottobre 2017 h 10.00 > 12.00       

Casa della cultura di Villa de Sanctis – Via Casilina, 665

“Videomapping e performance live”

Intervento a cura di Anna Maria Monteverdi

DESCRIZIONE

Videomapping e performance live” a cura di Anna Maria Monteverdi è un excursus intorno all’evoluzione della scena digitale attraverso esempi tratti dagli artisti più rappresentativi di un teatro all’epoca della software culture: da Klaus Obermaier a Robert Lepage, da Adrien Mondot e Claire Bardainne a Nobumichi Asai. Si parlerà delle tre fasi del mapping teatrale, dalle proiezioni nello spazio pubblico, all’evoluzione di una vera e propria mediaturgia interattiva.

 

Anna Monteverdi è ricercatrice di Discipline dello Spettacolo; esperta di Digital Performance, insegna “Storia del Teatro” all’Accademia di Belle Arti di Macerata e “Culture digitali” all’Accademia “Alma Artis” di Pisa dove coordina il Dipartimento di Arte e Nuove Tecnologie. Ha pubblicato Le arti multimediali digitali (Garzanti 2005), Nuovi Media nuovo teatro (2011), Rimediando il teatro con le macchine, con le ombre, con i new media (2013); sta terminando un volume monografico sul regista tecnoteatrale Robert Lepage su cui ha anche realizzato un documentario. Fa parte dell’International Federation of Theatre Research ed è stata nominata convener della sezione Intermediality in Theatre per il triennio 2017-2019. E’ program commitee della rete GAAR per le tecnologie e la ricerca. Partecipa regolarmente a convegni internazionali su Digital Arts. www.annamonteverdi.it

weRGB

INCONTRO

29 ottobre 2017 h 15.30 > 17.00

Casa della cultura di Villa de Sanctis – Via Casilina, 665

“weRGB”

Meeting con gli artisti a cura di RGB Light Experience. Ospite Harold Torres, critico esperto di Light art.

DESCRIZIONE

A conclusione dell’ RGB Light Experience si svolgerà weRGB, un incontro con tutti gli artisti, dove poter scambiare opinioni e pareri sull’esperienza vissuta da tutti al festival. Interverrà il critico Harold Torres, esperto di Light art.

simone palma

WORKSHOP

28 ottobre 2017 h 14.00 > 16.00

Casa della cultura di Villa de Sanctis – Via Casilina, 665

“Videomapping e materia. Le forme del buio”

Workshop a cura di Simone Palma

DESCRIZIONE

Il workshop a cura di Simone Palma, si articolerà in una breve introduzione al Projection Mapping ed alle sue diverse tecniche di produzione per poi passare ad analizzare il rapporto tra strumentazione e dunque tra proiettori e la materia proiettata sulle diverse superfici, in ambito architetturale, scenografico ed urbano.

 

Simone Palma è un artista attivo da quasi vent’anni nel campo della multimedialità in ambito teatrale e performativo, soprattutto nella realizzazione di scenografie digitali. Tra i suoi numerosi lavori nel settore delle videoproiezioni teatrali possiamo citare The Coast Of Utopia, Valse de Meduse, Citizen X, Operacamion Figaro e Phantasmagorica di TehoTeardo e MP5. Palma si occupa inoltre di animazione tridimensionale per diversi studi di architettura e di produzioni video indipendenti. Collabora con RGB Light Experience, per il quale ha realizzato nel 2015 il videomapping Stream of Life.

francesco iezzi

WORKSHOP

27 ottobre 2017 h 14.00 > 16.00

Casa della cultura di Villa de Sanctis – Via Casilina, 665

“Workshop di Video Performance Live”

Workshop a cura di Francesco Iezzi

DESCRIZIONE

Incentrato sulla tecnica della video performance live, nota come Vjing, il workshop di Francesco Iezzi, mira a fornire ai partecipanti conoscenze specifiche sia degli strumenti, sia delle tecnologie utilizzate per la realizzazione di una Video Performance Live, approfondendo l’utilizzo del software Modul8.

 

Francesco Iezzi, nasce a Chieti nel 1986, è dottorando in Storia del Cinema presso l’Università degli studi “La Sapienza” di Roma. Si occupa prevalentemente di cinema e arti visive. Ha pubblicato diversi saggi sul cinema e le arti visive, ha curato l’edizione italiana dell’autobiografia del regista King Vidor “Un albero è un albero” (Lithos, 2017). Lavora, inoltre, come videoartista nel collettivo “Vjit” con il quale collabora con l’etichetta tedesca “Raster-Noton”. È autore e regista di diversi spot commerciali e videoclip.

light painting

WORKSHOP

27 ottobre 2017 h 17.30 > 19.30

Casa della cultura di Villa de Sanctis – Via Casilina, 665

“Masterclass di light painting: alla scoperta del magico mondo del Light Painting”

Workshop a cura di Maria Saggese

DESCRIZIONE

Light Painting ossia “dipingere con la luce” è una tecnica fotografica ed una pratica artistica che permette di “dipingere” un soggetto controllando con maestria una sorgente luminosa, proprio come fosse un pennello. Il workshop ha l’obiettivo di approfondire la storia, basi teoriche e tecniche del Light Painting ed i partecipanti avranno la possibilità di apprendere questa tecnica fotografica e ricreare fantastici effetti luminosi con dimostrazioni pratiche realizzate dall’artista.

 

Maria Saggese, laureata con il massimo dei voti all’ Accademia di Belle Arti di Napoli, attualmente vive e lavora nella città di Milano, ma continuamente in viaggio per in Italia e all’Estero. Artista e fotografa, attraverso le sue opere coglie la realtà attraverso la luce, concepita in una modalità diversa ed in una nuova prospettiva. Gli scatti non sono semplici riproduzioni della realtà, sono una porta che si apre su di essa scoprendone significati nascosti e suggestivi. Lo sguardo non si ferma a ciò che appare, ma indaga oltre la realtà visibile. Dal 2014 è rappresentante italiana del Light Painting World Alliance . Brand Ambassador di Light Painting Brushes, il sistema unico ed innovativo made in USA. E’ diventata una delle più influenti e conosciute Light Painter a livello internazionale.

light painting

WORKSHOP

28 ottobre 2017 h 17.30 > 19.30

Casa della cultura di Villa de Sanctis – Via Casilina, 665

“Masterclass di light painting: Passion for Light Painting”

Workshop* a cura di Children of Darklight

* Workshop in lingua inglese

DESCRIZIONE

Un discorso interattivo, coinvolgente e creativo sul light painting.

Questo workshop è un’avventura alla scoperta del mondo del light painting con Frodo Álvarez DKL (Children of Darklight), un affermato lightpainter spagnolo attivo in tutto il mondo.

Alfredo Álvarez e Patricia Díez sono un duo di artisti spagnoli membri del collettivo Children of Darklight fondato dallo stesso da Alfredo Álvarez nel 2009. Gli artisti vantano collaborazioni in tutto il mondo in ambito Light Painting Photography. Il loro lavoro indaga sulle possibilità estetiche che legano la fotografia, la luce artificiale e il movimento.

light painting

WORKSHOP

29 ottobre 2017 h 17.30 > 19.30

Casa della cultura di Villa de Sanctis – Via Casilina, 665

“Masterclass di light painting: Illuminating Models”

Workshop a cura di Maria Saggese e Children of Darklight

DESCRIZIONE

La masterclass, rivolta ad appassionati fotografi, professionisti ed artisti, sarà tenuta da entrambi gli artisti Children of Darklight e Maria Saggese che lavorano con Light Painting con l’ausilio di modelle, realizzando ritratti unici e creativi. Due ore una sessione pratica e partecipativa, con dimostrazioni di Light Painting con modella, verrà data importanza alla gestione dell’illuminazione realizzando magici effetti di luce. I partecipanti avranno la possibilità di apprendere questa tecnica fotografica e ricreare effetti luminosi con l’aiuto degli artisti presenti.

gianandrea

LABORATORI SCUOLE

25 ottobre 2017 h 09.00 > 12.00

Istituto Comprensivo “Via Ferraironi” – Scuola Carlo Pisacane – via dell’Acqua Bullicante, 30

“Giochi di luce e colore”

Laboratorio didattico a cura di Maurizio Gianandrea

DESCRIZIONE

L’Accademia della Luce e l’Associazione Culturale Terra D’Arte propongono ad RGB “Giochi di luce e colore”: un progetto didattico ludico-creativo rivolto a bambini e bambine di età compresa tra i 5 e i 10 anni. Il progetto prevede una serie di attività teorico-pratiche e un laboratorio ludico, finalizzati all’apprendimento del linguaggio visivo e cromatico attraverso la partecipazione attiva dei bambini. Le attività consentiranno inoltre di stimolare, in maniera spontanea ed efficace nuove percezioni sensoriali, sollecitando la fantasia e le emozioni che scaturiscono mediante la sperimentazione con i colori.

amedani

LABORATORI SCUOLE

26 ottobre 2017 h 09.00 > 12.00

Istituto Comprensivo “Via Ferraironi” – Scuola Carlo Pisacane – via dell’Acqua Bullicante, 30

“Ready-Ready-Ready made”

Laboratorio didattico a cura di Marco Amedani

DESCRIZIONE

L’attività laboratoriale proposta da Marco Amedani per i più piccoli, prevede un viaggio alla scoperta del Ready Made: oggetti presi dalla quotidianità ed elevati ad opere d’arte grazie all’azione dell’artista Marcel Duchamp. Il laboratorio didattico si svilupperà in tre fasi: la prima prevede la creazione di un Ready Made con oggetti di uso comune; nella seconda i partecipanti sperimenteranno alcune modalità di illuminazione e combinazioni  di colore sulle opere d’arte realizzate; nella terza fase le piccole sculture create in precedenza, serviranno da spunto per reinterpretare un Ready- made molto famoso di Duchamp, la “Ruota di bicicletta” e, attraverso queste, esaminare come le luci e le ombre possono modificarsi in base al movimento.